MANI IN PASTA 2016: la Liuteria si trasforma in favola

Confartigianato ha presentato la nuova edizione del libro. Coinvolte tre scuole
Con "Le Mani in Pasta" la liuteria si presenta

Dopo il ciclo dedicato alla scoperta della produzione alimentare artigianale, da quest'anno “Le Mani in Pasta”, il progetto promosso da Confartigianato Cremona per portare l'artigianato nelle scuole, si dedica alle categorie. La prima, affrontata in otto classi di tre scuole locali (Beata Vergine, Sacra Famiglia e Realdo Colombo), unitamente alla Coop. LAE , è quella più famosa e nobile, simbolo di Cremona: la liuteria.
A fare gli onori di casa in Sala Maffei della Camera di Commercio è stato il Vice presidente, nonché leader dei liutai di Confartigianato, Stefano Trabucchi che ha condotto la manifestazione preceduta dall'arrivo di Cremoncino, la mascotte della Festa del Torrone, e dal saluto di Francesco Pietrogrande che ha introdotto la storia narrata nel nuovo libro.
Si tratta del Topo Geroldo che vive nel Torrazzo di Cremona e che conosce tutto della nostra città: storia, tradizioni, aneddoti e curiosità. Sarà proprio lui, impersonato da Rossella Galletti, a narrare ai bambini cosa sia successo tra le pietre della bottega di Antonio Stradivari, attraverso una storia che fino ad ora nessuno ha mai conosciuto. Tra realtà e fantasia Topo Geroldo ha spiegato ai bambini come l’arte del liutaio richieda mani abili, ma anche testa e cuore, precisione e passione: mani, testa e cuore che i bambini dovranno invece utilizzare per dipingere il libro con la storia.
Il tutto non senza udire il suono del risultato finale, cioè il violino suonato dal M° Marcello Villa.
Hanno anche portato il saluto all'iniziativa il Comune di Cremona con il Vice Sindaco Maura Ruggeri, e la Provincia di Cremona, con il Consigliere Marcello Ventura.
Al termine distribuzione festosa del libro, impaginato da Studio Immagine, stampato da Fantigrafica, illustrato da Sara Nolli e arricchito dalle ricette di Achille Mazzini e Locanda Torriani.
Copie del libro sono state donate ad ABIO, un’associazione di volontari che opera nel reparto di Pediatria dell’Ospedale di Cremona con l'obiettivo di ridurre al minimo il rischio di trauma rappresentato dal ricovero del bambino conseguente al distacco dall’habitat giornaliero familiare.
Inoltre, i bambini hanno colorato centinaia di segnalibri raffiguranti un violino ed un archetto che sono stati consegnati al Presidente del Consorzio Liutai Giorgio Scolari affinchè li regali a tutti gli acquirenti di strumenti musicali cremonesi in tutto il mondo.
Insomma, gli artigiani non si fermano mai e il prossimo anno sarà la volta di un altro grande simbolo cremonese: Sant'Omobono e i sarti... e la storia continua.

Immagini: 

Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria
Confartigianato, Mani in Pasta, libro, liuteria

Categoria: