Confartigianato Cremona: fra memoria e sguardo al futuro

Celebrato il 70° di Fondazione della nostra Associazione.
Ospite il Presidente nazionale Merletti. Tavola rotonda sulla situazione del settore.
Nessuna nostalgia del passato ma sgurado proiettato al domani

 

Gli artigiani non si guardano alle spalle con la nostalgia del passato, ma fanno memoria di una storia che li ha resi protagonisti del nostro Paese, guardando con fiducia al futuro. Si può riassumere così lo spirito della giornata celebrativa dei 70 anni di fondazione di Confartigianato Cremona, che ha visto protagonista l'Associazione cremonese domenica scorsa presso la Sala Maffei della Camera di Commercio, trasformata per l'occasione in uno studio di un moderno talk show.
Prima dell'incontro ufficiale, la giornata è stata aperta dalla S. Messa in Cattedrale, celebrata da Mons. Alberto Franzini che ha ricordato l'evento e dedicato la celebrazione ai defunti artigiani.
E' stato quindi il Presidente provinciale Massimo Rivoltini a introdurre la manifestazione con una relazione ha messo in evidenza non solo le tappe della vita associativa, l’impegno sul territorio e tutti i protagonisti di una storia importante di migliaia e migliaia di imprese associate, ma soprattutto ha, ancora una volta, espresso con forza il ruolo dell’associazionismo e la necessità che che ci governa tuteli e sostenga chi sa intraprendere e chi ogni giorno rischia del proprio con passione, capacità, volontà e anche orgoglio. «Oggi – ha detto – mi sento orgoglioso ed anche onorato, di poter dare avvio a questo momento celebrativo per festeggiare insieme la ricorrenza dei nostri 70 anni».
«E proprio in tempi di grandi cambiamenti come quelli che stiamo vivendo – ha aggiunto Rivoltini – in cui percepiamo la volontà di voler annullare la democrazia rappresentativa che costituisce la nostra storia e la nostra tradizione, che mi sento di ribadire con legittimo orgoglio la fierezza di rappresentare imprenditori ed imprenditrici, donne e uomini che, come ha detto Papa Giovanni Paolo II, hanno fatto del lavoro la loro dimensione fondamentale».
«Oggi – ha proseguito - non è mia intenzione celebrare il passato. Gli artigiani non vivono di nostalgia, ma di memoria. Tuttavia, non c’è futuro senza passato ed il nostro merita di essere ricordato perché è stato un passato di coraggio, di speranze e soprattutto di valori straordinariamente attuali, che ci consento oggi di affrontare il futuro. Dico questo perché sono fermamente convinto che l’intenzione di fare a meno dei corpi intermedi sia profondamente sbagliata, dannosa e non democratica».
Rivoltini ha quindi tracciato una breve storia dell'Associazione, evitando di entrare in argomenti spinosi (“Oggi è per noi un giorno di festa, non è certo né il momento né il luogo di esternare legittime rivendicazioni e preoccupazioni”), per poi introdurre la tavola rotonda. Ha poi concluso con una citazione: «“Difficile è arrivare in Associazione e non mettervi radici, anche se l'impegno è faticoso, ma è un lavoro ricco di rapporti umani che compensa tutti i sacrifici”. Era l’anniversario del 35° e chi scriveva era Adriana Ghisolfi. Una visione difficile da riscontrare oggi, ma alla quale noi continuiamo ad ispirarci per vivere quotidianamente il nostro servizio all'interno di Confartigianato».
Dopo il saluto dell'assessore alla rigenerazione urbana, Barbara Manfredini, che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale, è seguita la tavola rotonda incentrata sul tema "Territorio e Regione insieme per lo sviluppo delle imprese" e moderata da Francesco Cancellato, direttore del giornale web Linkiesta. Protagonisti Carlo Malvezzi, Consigliere regionale lombardo, Gian Domenico Auricchio (presidente della Camera di Commercio di Cremona e di Unioncamere Lombardia) ed Eugenio Massetti, leader di Confartigianato Lombardia.
Ne sono usciti temi interessanti e soprattutto l'interesse di tutti verso un settore, quello dell'artigianato, definito con orgoglio “corpo intermedio”, che non ha come scopo la ribalta mediatica, non nasce nei “salotti bene”, ma dal rapporto vero e reale con la gente, le imprese ed i lavoratori.
In questo contesto, Massetti ha messo in evidenza l’unicità e la forza del mondo artigiano, facendo riferimento a quanto accade in Lombardia e in particolar modo alla legge Manifattura 4.0, ma dando anche qualche frecciata a Confindustria.
Malvezzi ha ribadito con forza l’impegno di Regione Lombardia nello stare al fianco delle imprese artigiane nella convinzione che il futuro sia non nell’accentramento, ma nella vivacità e nella diversità delle regioni e delle loro peculiarità produttive. Auricchio ha sostenuto il ruolo delle Camere di Commercio al fianco delle imprese artigiane, citando i numerosi fondi stanziati (26 milioni di euro negli anni della crisi) per innovazione, internazionalizzazione, promozione del territorio, formazione, accesso al credito e occupazione, e sottolineato come la riforma di Renzi sia “fondamentalmente sbagliata”.
A chiudere la manifestazione l'accorato intervento del Presidente nazionale di Confartigianato Imprese, Giorgio Merletti, che, come sempre, ha messo il cuore nelle parole espresse, rivendicando un ruolo fondamentale nel tessuto economico e sociale del nostro Paese. «Settantanni vissuti dalla parte giusta, e se, purtroppo, molto spesso non siamo ascoltati noi continuiamo con forza e perseveranza a ribadire il nostro ruolo fondamentale in questo Paese».
A proposito della riforma costituzionale e del referendum Merletti ha detto: «L'ho detto chiaramente alle massime autorità dello Stato alla nostra assemblea: non metteteci automaticamente sul carro del si, perchè a votare ci andiamo con le nostre gambe e, soprattutto, con la nostra testa. Nella riforma ci sono cose che van bene e altre che gridano vendetta. Ciascuno deciderà liberamente».
E ha lanciato una stoccata a Renzi: «Dico con consapevolezza che in tema di assunzioni il jobs act è stato un anestetizzante pagato a caro prezzo: noi artigiani non assumiamo tanto per...assumiamo quando ce n’è bisogno e non perché costa meno».
Al termine, premiazione finale delle imprese iscritte dal 1946/1947. Per l'occasione è stato anche realizzato un libro fotografico che contiene una raccolta di immagini dal '46 ad oggi.

Foto Betti Poli - Guarda la gallery

Immagini: 

Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention
Confartigianato Cremona, settantesimo, convention